Australia on the road: come organizzarsi

Australia consigli on the road
Tempo lettura: 9 minuti

L’ è un paese enorme, occupa più del 50% del continente oceanico e al suo interno troviamo una quantità di paesaggi naturali straordinari che si susseguono per chilometri e chilometri. Se è la prima volta che ti rechi in questo paese questo è l’articolo giusto per te. Ti racconteremo come pianificare il viaggio nel mondo migliore, evitando intoppi.

Pianifica un Itinerario

Itinerari on the road Australia: cosa ti serve

Scheda Sim in Australia

Che mezzo scegliere per un viaggio on the road in Australia

Costo del Carburante in Australia

Documenti necessari per visitare l’Australia

Pianifica un itinerario

Come accennato sopra l’Australia è un paese vastissimo e per questo motivo non può essere visitato tutto in una sola volta, a meno che tu non abbia a disposizione 6 mesi. La prima cosa da fare dunque è decidere che zona vuoi visitare. In questo caso la guida della Lonley Planet potrebbe esserti d’aiuto per decidere cosa vedere.

La maggior parte dei viaggiatori come prima esperienza in Australia visita la costa Est dove ci sono tutte le città più importanti esclusa Perth che si trova sulla costa Ovest. Quest’ultima è la zona meno visitata ma non per questo paesaggisticamente meno sorprendente, la natura ancor più incontaminata la rende il posto ideale per un road trip all’avventura.

Tendenzialmente possiamo suddividere l’Australia in 5 macro itinerari

  1. Da Sydney a Melbourne e dintorni
  2. Da Sydney a Cairns e dintorni
  3. Il nord
  4. Perth e l’ovest sconosciuto
  5. L’entroterra

A seconda del tempo che hai a disposizione potrai decidere se affrontarne uno o più.

Io e Nicola nel corso della nostra avventura di 3 settimane abbiamo percorso l’itinerario 2 e parte dell’1.

che mezzo usare per un viaggio in Australia

Itinerari Australia: strumenti necessari

Oltre alla mitica Lonley Planet un’applicazione davvero interessante e utile se decidi di pianificare un viaggio on the road in Australia è l’app gratuita WikiCamps scaricabile sia su ios che su Android. Ti permetterà di localizzare campeggi, piazzole, ostelli e  rest area su tutto il territorio senza bisogno della connessione internet. Noi l’abbiamo usata veramente moltissimo per i campeggi e ci siamo sempre trovati benissimo.

come muoversi in australia

Scheda Sim in Australia

Oltre all’app nominata in precedenza la prima cosa che abbiamo fatto atterrati in aeroporto è stato fare un sim dati. Ne abbiamo presa una in due da 10 gb e ci è bastata per le 3 settimane di viaggio. Abbiamo inserito la scheda in uno dei due cellulari e l’altro lo usavamo tramite hotspot. La sim ci è costata circa € 25 (2017). In questo modo abbiamo potuto usare il telefono sia come navigatore  che per chiamare casa. Ti consigliamo di andare sul sicuro e scegliere Telstra o Vodafone che garantiscono la massima copertura possibile, anche se lontano dalle città spesso ci siamo trovati comunque senza segnale. Abbi dunque cura di scaricare le mappe offline attraverso google maps per non perdere la retta via.

australia: da Brisbane a cairns

Che mezzo scegliere per un viaggio on the road in Australia

La rete stradale australiana è in forte espansione ma ancora non sufficientemente curata. Molte strade infatti non sono asfaltate e con viabilità spesso ridotta. Questo ti permetterà di entrare piacevolmente in contatto con la natura circostante a patto che tu abbia con te il mezzo giusto.

Se decidi di affrontare un viaggio che si sviluppa fuori dalle principali vie di comunicazione il consiglio è una solo: noleggia un fuoristrada. La scelta si rivelerà abbastanza costosa ma questo è l’unico modo sicuro per affrontare gli ostacoli che si potrebbero presentare lungo il percorso.

Se invece, come noi, deciderai di percorrere tratti in buona parte asfaltati ti consigliamo di noleggiare un piccolo camper. Noi ci siamo trovati bene con quello noleggiato a Brisbane a questo indirizzo. Apollo, così si chiama, ci ha portato fino a Cairns in tutta sicurezza e non ci ha fatto mancare nulla, nemmeno qualche disavventura. Il camper ci è stato consegnato pulito e con tutto in ordine e così doveva essere riconsegnato al drop off. Il camper ti permetterà di sostare nei campeggi e risparmiare così il costo dell’alloggio vivendo più a contatto con la natura. Risparmierai anche sul cibo perchè facendo la spesa ti capiterà sicuramente di cucinare in una rest area o in uno dei tanti barbecue gratuiti sparsi in tutto il territorio.

La seconda parte del nostro viaggio, sulla Great Ocean Road, l’abbiamo percorsa a bordo di una Nissan Micra. Qui le strade sono più piccole e tortuose quindi non avere con se un mezzo particolarmente grande può essere d’aiuto.

Comunque tu scelga di affrontare il tuo viaggio on the road c’è una cosa che non può certo mancare ovvero la patente internazionale, necessaria se decidi di metterti al volante. Se vuoi sapere come ottenerla leggi questo articolo. Ricordati anche che la guida qui è a sinistra e ti servirà un pò di dimestichezza per poter percorrere svariati chilometri.

Un consiglio: rispetta sempre i limiti e tutte le indicazioni stradali, le multe sono care e i poliziotti possono essere davvero duri, qui con le regole fanno sul serio (ancor peggio se c’è alcool in mezzo!). Durante la nostra permanenza abbiamo preso ben due multe: la prima per l’auto parcheggiata in direzione opposta al senso di marcia e la seconda per mancato pagamento di un pedaggio (si pagava online e ce ne siamo scordati).

itinerario australia on the road

Costo del carburante in Australia

Il prezzo della carburante oscilla tra i 1,10 e 1,40 dollari australiani, di gran lunga più economico del costo in Italia, a volte anche della metà (non sottovalutare mai il mezzo che guidi – i camper consumano di più rispetto alle automobili). Non sempre trovi una copertura soddisfacente delle stazioni di servizio. Anche in questo caso, un’app che ci è stata molto utile è Fuel Map. Ti localizza, selezioni il carburante che ti serve, e ti dice dove trovi le stazioni di servizio al prezzo più economico. Puoi anche aggiornare il prezzo e le info sulla stazione di servizio. Si collega a google maps o mappe per farti da navigatore e portarti fin lì.

Documenti necessari per visitare l’Australia

Oltre alla patente internazionale, necessaria per poter guidare, dovrai avere con te anche un passaporto in corso di validità.

Per quanto riguarda invece il visto la tipologia dipende dalla durata del viaggio. Al di sotto dei 3 mesi portai utilizzare il visto elettronico E-visitor. Per richiederlo dovrai avere un passaporto in corso di validità e essere nella lista dei paesi ammessi (l’Italia fortunatamente è presente). Con questo tipo di visto non si riceverà alcun timbro sul passaporto ma il tutto avverrà in modo elettronico. Questo visto è gratuito e si richiede dal sito del governo Australiano. La conferma solitamente arriva velocemente, spesso entro un giorno lavorativo.

Per chi invece desidera soggiornare in Australia per un tempo superiore a 3 mesi esiste il working-holiday visa. Questo ha durata di un anno e ti permette anche di lavorare durante tutta la tua permanenza. Questo visto può essere richiesto solo se hai tra i 18 e i 35 anni e devi richiederlo prima di entrare nel paese. Può anche essere prorogato di un altro anno se vengono soddisfatti alcuni requisiti richiesti dallo stato Australiano.

come muoversi in australia

Speriamo che questo articolo su come organizzare un viaggio in Australia ti sia piaciuto e ti aiuti ad organizzarti al meglio. Rimani connesso se vuoi saperne di più. Preso arriveranno altri articoli

Se hai altre domande non esitare a scriverci nei commenti.

Vieni  a trovarci su Instagram dove postiamo gli scatti più belli delle nostre avventure.

Lascia un commento