In paradiso alle isole Gili: consigli di viaggio 

Tempo lettura: 12 minuti

Il modo migliore per raggiungere le isole Gili da Bali è dal porto di Padangbai, da dove partono numerosi traghetti di compagnie differenti. Noi siamo arrivati in scooter da Ubud in circa 1 oretta e abbiamo soggiornato una notte a Padangbai dove ci sono alcune tra le spiagge più belle di Bali e numerosi siti d’immersione. Dopo aver visto il tramonto sulla spiaggia di White Sand Beach, siamo partiti il mattino seguente dal porto con una delle compagnie presenti in loco. Il costo del biglietto è di circa 400.000 IDR ovvero 30€ A/R a persona.

Il mare tra Bali e le isole Gili è solitamente abbastanza mosso ma meno la mattina e quindi il nostro consiglio, almeno all’andata, è di prendere il traghetto delle 9.00 e non quello delle 11.00 (questi sono gli unici due orari d’andata). Al rientro sarete quasi obbligati a prendere quello delle 15.00/16.00 per non perdere tutta la giornata, soprattutto se vi fermate solo una notte come abbiamo fatto noi, ma ovviamente ognuno può scegliere ciò che preferisce. Se anche tu come Sara soffri il mal di mare troverai qui un rimedio efficace che le ha permesso di affrontare la traversata senza alcun problema.  Ma andiamo con ordine..

Tempi di percorrenza

Quando andare

Quanto tempo soggiornare

Cosa portare nello zaino e come spostarsi sulle isole

Che compagnia scegliere e come comprare il biglietto

Meglio Gili Trawangan, Gili Meno o Gili Air?

Dove alloggiare

Dove mangiare

Cosa vedere

Tempi di percorrenza

La navigazione dovrebbe durare circa 1 ora e mezza! Dico dovrebbe perchè la realtà è che tra i controlli della polizia marina e il carico e scarico bagagli, il viaggio per arrivare durerà dalle 2 alle 2 ore e mezza a seconda della fortuna. In ogni caso non preoccupatevi perchè nonostante la lunga e turbolenta traversata la “fatica” verrà ripagata dallo spettacolo che queste tre isolette hanno da offrire. Gli orari di rientro a Bali sono sempre due, verso le 11.00 e verso le 15.00/16.00.

Quando andare

 Agosto nelle isole di Giava, Bali e Lombok è il mese più secco e quindi anche per le Gili è il mese migliore. Il tempo, come su tutte le isole, cambia velocemente e spesso è migliore al mattino, con un mare piatto e cristallino con una situazione che va peggiorando durante la giornata. Le temperature sono alte, si va dai 20°C di notte ai 30°C di giorno.

Quanto tempo soggiornare

La risposta dipende da voi, da quanto vi piacciono snorkeling e immersioni e da quanto tempo avete a disposizione. Per gli appassionati noi consigliamo anche una settimana intera! Noi purtroppo siamo rimasti solo una notte per mancanza di tempo ma se dovessimo riprogrammare il viaggio riserveremmo almeno 3/4 giorni a questo paradiso.

Cosa portare nello zaino e come spostarsi sulle isole

La regola numero uno è avere un bagaglio leggero, sempre. Durante la nostra permanenza abbiamo visto numerosi visitatori con trolley enormi, pesantissimi e difficili da trascinare. Premesso il fatto che la dimensione dipende dalla durata della vacanza ci sentiamo fortemente di consigliarvi uno zaino. Noi abbiamo viaggiato con un 40L e uno zainetto da 20L (principalmente utilizzato per l’attrezzatura fotografica). Vi consigliamo lo zaino anche perché sulle isole non ci sono auto o motorini; si possono noleggiare le biciclette ma le strade sono per lo più sabbiose e spesso è difficile pedalarvi. Per spostamenti lunghi potrete affidarvi ai taxi del luogo: carretti trainati da cavalli. Indispensabili un cappellino, crema solare, occhiali da sole, scarpe scoglio/infradito e impermeabile se deciderete di stare sulla parte superiore della fast boat (onde + velocità = secchiate d’acqua). Sulle isole sono presenti numerosi ATM point ma portatevi sempre i contati sufficienti per l’intera durata del soggiorno: spesso infatti salta la corrente elettrica e i bancomat non funzionano.

Che compagnia scegliere e come comprare il biglietto

Da Ubud troverete l’escursione organizzata che include il trasporto in auto/pullman fino a Padangbai e la fast boat fino alle isole. Tuttavia secondo la nostra esperienza, la scelta migliore è quella di trascorrere la giornata prima della partenza a Padangbai, vedere le spiagge nei dintorni (White Sand Beach in particolare), fare snorkeling o rilassarsi al sole e partire il giorno dopo con il primo traghetto. Durante la giornata a Padangbai avrete modo di camminare sul lungo mare e notare che tutti vendono i biglietti per le isole Gili! Non fatevi ingannare, poiché solo alcune compagnie sono ufficiali e garantiscono uno standard di sicurezza adeguato, chiedere sempre al vostro hotel che saprà consigliarvi al meglio (Eka Jaya e Blue Express le migliori su tutte). È possibile visitare le isole Gili anche soggiornando a sud di Bali partendo dal porto turistico di Benoa Marina ma il viaggio in mare sarà decisamente più lungo.  Da Lombok invece risulta tutto più semplice, la distanza tra le isolette e la “terraferma” è davvero poca e si impiegano circa 15 minuti partendo da Bangsal.Gili Meno statue

 Meglio Gili Trawangan, Gili Meno o Gili Air?

È importante sapere che tutte le compagnie attraccano solo su Gili Trawangan e Gili Air. Per raggiungere Gili Meno sarà necessario sbarcare su una di queste e prendere una barca “interna”. Troverete gli orari per muoversi da un’isola all’altra davanti al porto, affissi sulla bacheca del ticket information. Il trasporto tra le isolette costa circa 20.000 IDR (1.30€) ed è disponibile 2 volte al giorno nel caso delle barche pubbliche mentre 85.000 IDR (5.48€) nel caso delle barche private che partono circa ad ogni ora. Gili Trawangan o Gili T. è la più grande delle tre, sicuramente la più caotica e in termini di strutture ricettive quella che ha più da offrire.  Gili Air è una via di mezzo tra le due, più piccola rispetto alla sorella maggiore Gili T. ma comunque piena di servizi e molto affascinante allo stesso tempo. Noi ci siamo diretti su Gili Meno, la più tranquilla e piccola delle tre. Nonostante sia la più difficile da raggiungere la scelta si è rivelata azzeccata.

Gili Meno offre le stesse escursioni delle altre due isole a prezzi leggermente più contenuti e con barchette private. Il vantaggio è quello di poter concordare in maniera del tutto autonoma l’orario di uscita in mare e di godersi a pieno l’esperienza. Abbiamo pagato 2 ore in barca tra i maggiori siti di interesse delle isole circa 16€ a testa. Le strutture ricettive su Gili Meno sono in costante sviluppo e quindi non avrete alcun problema se deciderete di soggiornare qui. La presenza di “pochi” turisti, le spiagge quasi completamente libere e la natura incontaminata rendono Gili Meno la scelta giusta per una vacanza in completa tranquillità. Qualsiasi isola tu scelga di visitare non resterai deluso, avrai qualcosa da fare ogni giorno o potrai semplicemente scegliere di goderti il dolce far niente e farti cullare dal solo rumore del mare.

Dove alloggiare

Come in tutta l’Indonesia i prezzi sono bassi, vanno dagli 8€ a notte a persona ai 50€. Il consiglio è sempre quello di rimanere nel mezzo. Noi abbiamo speso circa 15€ a notte per una camera nell’entroterra di Gili Meno a 5 minuti a piedi dalla spiaggia. La camera era pulita e comoda. Unica nota dolente la mancanza di acqua calda. Spesso infatti alle strutture più economiche non arriva l’acqua calda. Ovviamente nei mesi estivi l’acqua sarà comunque tiepida e non avrete nessun problema a fare la doccia. 

Per la prenotazione dell’alloggio consiglio di utilizzare Booking.com con cancellazione gratuita in modo tale da avere flessibilità nel vostro itinerario in caso di cambio di programma. In ultimo ricordate che non serve prenotare troppo in anticipo. Anche ad agosto abbiamo trovato alloggi fino a due giorni prima della partenza.

Dove mangiare

Trovare cosa mangiare è sicuramente l’ultimo dei pensieri sulle isole Gili. Piccoli chioschi e ristorantini trovano spazio lungo tutta la spiaggia e offrono ottimo pesce fresco, verdure, carne, sandwiches e ottimi cocktails. I prezzi contenuti e il cibo di qualità vi lasceranno sicuramente soddisfatti.

Cosa vedere

L’attrazione più importante è sicuramente il mare. Nella cartina qui sotto potrete vedere i maggiori punti di interesse delle isole. Nuotare con le è stata una delle cose più emozionanti di tutto il viaggio. La guida che era presente con noi sulla barca ci ha aiutati a raggiungere i siti più interessanti tra le tre isole e ci ha accompagnato in acqua per indicarci i “tesori” del mare (tartarughe, coralli blu e statue).

Le escursioni possono durare dalle 2 ore a tutta la giornata e toccare diverse zone. Starà a voi concordare il prezzo e l’itinerario lasciandovi consigliare dai locali. Per quanto riguarda l’attrezzatura non portate nulla con voi se non il costume! Vi forniranno tutto loro.

Da qualche anno il Bask Hotel ha installato davanti alla “sua” spiaggia a 30 metri dalla riva una statua che è diventata un’attrazione turistica. Se volete vederla o fotografarla vi consiglio di andarci al mattino prima delle nove, in alternativa vi troverete sommersi da una folla di turisti e non vi sarà possibile godervi l’attrazione tranquillamente.

Speriamo che questo articolo sulle isole Gili ti sia piaciuto e ti aiuti ad organizzare al meglio il tuo viaggio.

Se hai altre domande non esitare a scriverci nei commenti.

Vieni  a trovarci su Instagram dove postiamo gli scatti più belli delle nostre avventure.

Lascia un commento