Fuerteventura on the road

Fuerteventura on the road

Non appena abbiamo letto su viaggiaresicuri.it che c’era la possibilità di viaggiare verso alcune mete europee abbiamo subito preparato le valige: destinazione Fuerteventura.

Ecco i nostri 4 giorni nell’affasciante isola delle Canarie durante il mese di febbraio 2021.

Avvertenze: per fare questo viaggio nessun DPCM è stato violato.

volcano fuerteventura

Preparativi per la partenza e info per COVID

Come da buona norma prima di un viaggio, ci siamo informati delle linee guida generiche del nostro paese di destinazione. In questo difficile periodo, il controllo è stato, ovviamente, più accurato.  Sul sito viaggiaresicuri.it le Isole Canarie sono (attualmente!) inserite nell’elenco C. Questo comporta la necessità di un tampone molecolare negativo effettuato nelle 72 h precedenti all’ingresso e un tampone antigenico 48 h prima di rientrare in Italia. La differenza per i due tamponi da considerare per chi vuol viaggiare è il tempo del risultato: per il primo si parla di 24/48 ore e per il secondo di pochi minuti.

Attenzione: è fondamentale per partire (anche se non viene controllato) avere in mano il certificato negativo! Abbiamo assistito a discussioni col personale di volo per certificati che “sarebbero arrivati a breve”. Anche se di norma è già in inglese è bene verificare prima della prenotazione che vi sia l’opzione o che sia così di default.

Detto ciò noi qualche giorno prima della partenza (il giovedì per il sabato) abbiamo prenotato il nostro tampone alla modica cifra di € 70,00 e abbiamo scaricato il risultato il venerdì.

Per il ritorno è stato molto più semplice perché ci siamo recati nel centro attrezzato più vicini a noi (la CENMED Clink a Corralejo) e, senza prenotare, abbiamo effettuato e ricevuto dopo solo 30 minuti, l’esito del test. Il prezzo per il test antigienico è di € 40,00. Inutile dire che è risultato negativo per entrambi.

Ultimo passaggio obbligato per i preparativi è stato compilare un modulo presente sul sito Spain Travel Health (SpTH) e scaricare l’app sullo smartphone.

Test covid canarie Fuerteventura

Potete consultare molte info utili e schematiche anche sul sito Travelsafe Spain.

Alloggio

Noi abbiamo soggiornato nella cittadina di Corralejo nella zona nord-orientale. Il nostro soggiorno al Corralejo Lodge, struttura quasi nuova con piccola piscina e campi da Tennis sul retro, si è rivelato ottimo sia per la struttura accogliente e pulita che per la posizione. E’ stato infatti un ottimo punto di partenza per le nostre escursioni sull’isola (vicinissimo si trova il Parco Naturale delle Dune di Corralejo). Inoltre è a meno di 5 minuti a piedi da supermarket, una palestra, una scuola di surf, un noleggio bici, numerosi bar e la (utilissima) clinica CENMED. Qui vengono svolti i tamponi antigienici (7 giorni su 7 dalle 8:30 alle 17:30) necessari per il rientro in Italia.

Ma passiamo alle informazioni veramente utili su questo viaggio.

Cosa vedere a Fuerteventura in 4 giorni

Nella parte nord dell’isola si trovano numerosi vulcani inattivi, perfetti per poter ammirare l’intero territorio dall’alto. Il panorama è mozzafiato, con l’oceano che fa da cornice al territorio brullo, roccioso e sabbioso. Vi consigliamo una vista a El Cotillo, villaggio sulla costa nord ovest, per un aperitivo al tramonto e per la visita del bellissimo faro El Toston.

La parte a est dell’isola è caratterizzata da spiagge sabbiose e onde perfette per praticare svariati sport acquatici. Corralejo è una località rinomata e molto turistica dove potrete trovare scuole di Surf, Kytesurf e Windsurf. Vicino alla cittadina si  trova anche il parco naturale delle dune di Corralejo, 5 km di spiagge dalla sabbia chiara dove poter passeggiare a piedi scalzi lungo la riva del mare o dirigersi più verso l’entroterra per avere la sensazione di camminare in un vero e proprio deserto.

Proseguendo verso il sud dell’isola si incontra Puerto del Rosario, il capoluogo dell’isola, che, per motivi di tempo non abbiamo visitato. Ci siamo invece diretti nell’entroterra per un trekking che ci ha portato da Antigua al parco rurale del villaggio di Bentacuria. Il percorso è ben segnalato ma potete comunque trovarlo e salvarlo accedendo alle nostre mappe di viaggio. La durata è di circa 1 ora e 30. Portate con voi dell’acqua, crema solare e un cappellino essendo il percorso completamente al sole. Arrivati a Bentacuria per le 12:00 abbiamo mangiato alla casa del Queso, un posticino allegro e tranquillo dove abbiamo potuto assaggiare alcuni degli squisiti formaggi locali.

 

casa del questo bentacuria

Dove mangiare a Fuerteventura

Bentacuria: Casa del Queso

Corralejo: Gilda, Casa de Pinchos y Tapas

Lajares: Los Pira Vas

Noleggio auto

Abbiamo noleggiato una Citroen C4 Cactus per € 46,00 in totale (4 giorni) direttamente all’aeroporto di Fuerteventura con la compagnia Autoreisen, una tra le più economiche. Se avete a disposizione più di una settimana vi consigliamo il camper. Fuerteventura con le sue lunghe spiagge è infatti il luogo perfetto per addormentarsi e svegliarsi cullati dal suono del mare. Sconsigliato è il motorino per via del vento sempre presente in quasi tutte le località dell’isola. Il prezzo del carburante è un altro punto a favore di questo splendido arcipelago. La BENZINA infatti costa SOLO € 0,90/litro.

noleggio auto fuerteventura
camper fuerteventura

Lascia un commento